004Orsiweb.jpg

la_comunicazione_diffusa_titolo 

FacebookPinterestYouTube

BIT (o del III incomodo) ha debuttato

Ha debuttato in FactoryBo, con grande successo, BIT (o del III incomodo) spettacolo teatrale interconnettuale per la regia di Michele Orsi Bandini.
L'esperimento mette in rapporto da un lato un testo teatrale (Delirio a Due di Eugène Ionesco nella traduzione approvata dall'autore di B.D.) - rispettandone il testo, il ritmo, il contenuto poetico e provocatorio - facendolo però interagire con un pubblico attivo, al quale è chiesto di usare i propri personal device per chattare, caricare immagini, video, commentare su whatsapp ecc. ecc.

Perché?  Si legge da molte parti e lo sostengono studiosi competenti che il teatro - così come l'abbiamo conosciuto, non può più esistere; che oggi - per come si è sviluppata la comunicazione nella nostra società - si può solo parlare di performance, non serve più il testo teatrale, forse nemmanco l'attore...
Noi non siamo d'accordo, ovvio. Certo il teatro ha bisogno di confrontarsi con la realtà attuale, non può continuare a negarla e a tenerla fuori dalle sale parate in velluti rossi, ma da qui a dire che il teatro non "serve più", la strada è sconnessa. E noi cerchiamo di riconetterla.
BIT è l'esperimento con cui tentiamo di dimostrare che è possibile farlo.

Guardate le foto, i video, spulciate i nostri social e fatevene un'idea.
Se poi ci sarà l'occasione, programmeremo altre repliche.
Potremmo anche compilare una lista d'attesa: iscrivetevi, se siete curiosi.
Questa è la mail della segreteria organizzativa: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Le soluzioni del problema

Comunicare può essere un problema: cerchiamo insieme le soluzioni.Vivere assieme per ore e giorni può essere possibile e anche gratificante solo se siamo parte di un contesto positivo.

La positività, però, non è una costante, ma un elemento di equilibrio instabile formato da fiducia, disponibilità, critica, obiettività, autorevolezza.
Per esprimere ognuno di questi stati - e per saperlo trasmettere - occorrono strumenti: comprensione, duttilità, disponibilità e autodisciplina, legati alle tecniche, ovvero all’uso del linguaggio, della mimica, per una positiva autorappresentazione. Si può imparare ad affinare l'uso di questi strumenti, che ci permettono di creare  movimenti armoniosi, personali e di gruppo.Il risultato è la percezione di un'affidabilità reciproca.

Nei nostri laboratori noi facciamo questo.

Teatro attivo: iscrizioni sempre aperte

Sono sempre aperte le iscrizioni al Laboratorio di Teatro Attivo©, per persone adulte, tardo adulte, giovani anziani, è svolto presso la sede operativa dell'associazione, in EPS Factory, via Castiglione 26.
Il progetto  Teatro Attivo: ringiovanire con il teatro© è pensato su base pluriennale, quindi è sempre tempo di iscrizioni.

 

Maggiori informazioni nel menu di sinistra: cliccate su LAB_TEATRALI > che vi porterà a Tardo adulti e giovani anziani. Lì troverete spiegazioni, costi, sconti,  nomi dei conduttori, programma ecc. ecc. 

 

 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e la qualità dei servizi. Continuando la navigazione autorizzi le nostre modalità d'uso dei cookie.