001variaorsiweb.jpg

la_comunicazione_diffusa_titolo 

FacebookPinterestYouTube

MARTINA ROBERTS IN FACTORY

titolo_roberts

E' il titolo del ciclo di lavori su carta e su tela che Martina Roberts esporrà in Factory dal 9 all’11 dicembre 
La mostra verrà inaugurata il 9 dicembre dalle 18 alle 20 e proseguirà nelle giornate del 10 ed 11 dalle 17 alle 20.

Martina Roberts, nata a Torbay (UK) nel 1970, utilizza nella sua ricerca disegno e pittura per dare voce ad un immaginario interiore in bilico tra figurazione e astrazione.
Negli ultimi anni l'esperienza pittorica si è sviluppata parallelamente alla ricerca digitale nel textile design, collabora con studi stilistici, sperimentando tecniche tradizionali e digitali.
L’aspetto emozionale per Martina Roberts è fondamentale per indagare qualcosa di misterioso che sta nella forma e oltre la forma.

---

Queste le sue mostre principali: 2016 Il cinema e lo sguardo degli altri, Museo Mam, Cosenza; 2015 The Journey, Museo Ajuntament Vell, Calpe, Spagna; 2015 Disegni scelti dall'archivio, Goethe Institut, Bologna; 2014 Biennale Disegno/Cantiere disegno/Drawings Storage, Rimini; 
2014 Il buco dentro agli occhi o il punto dietro la testa, Museo Luigi Varoli, Cotignola (RA); 2012 100 Curators 100 Days, Saatchi Art; 2011 La Formazione dell’Uno, Galleria Nazionale, Cosenza; 2010 Ascolta il passo breve delle cose, Museo dei Brezzii e degli Enotri, Cosenza ; 2010 Viaggio nella poesia di Alda Merini, Fondazione Mudima, Milano; 2009 Flowers, Galleria Vertigo, Cosenza; 2009 Il festino degli Dei, Galleria Open Space, Catanzaro; 1997 Umano Troppo Umano, Studio Ercolani, Bologna

---
     martina-roberts1 

EYES WIDE OPEN ETHNOS FILM

Eyes wide open (ad occhi aperti) è il documentario prodotto da ETHNOS Film con il finanziamento per lo sviluppo dal programma Media PLUS della Comunità Europea da Elisa Mereghetti e Marco Mensa.  
Eyyes wide open racconta la storia di Catherine Phiri, un’infermiera malawiana di 40 anni, madre di due figli, che scoprì di essere sieropositiva a seguito della morte del marito per AIDS. Rischiando l’emarginazione e persino la violenza in una società conservatrice qual è quella del suo paese, Catherine decise di uscire allo scoperto, di dichiarare pubblicamente la sua condizione, e di usare la sua esperienza personale per rompere il silenzio che circonda l’AIDS. Divenne così una leader rispettata, una figura carismatica, una fonte di ispirazione per migliaia di persone. L’associazione da lei fondata nel 1994, la Salima HIV/AIDS Support Organization (SASO), si dedica all’assistenza a migliaia di orfani dell’AIDS, alla diffusione di informazione sul virus HIV, e alla cura di centinaia di malati terminali. Basata interamente su lavoro volontario, SASO è cresciuta enormemente negli anni, riuscendo a coinvolgere migliaia di persone nei villaggi del distretto di Salima.
Catherine Phiri ha esemplificato in modo eccezionale la capacità delle donne africane di reagire alle avversità, e il loro continuo impegno in nuove esperienze di solidarietà, auto-organizzazione e creatività sociale. Con il peggioramento del suo stato di salute, Catherine ha continuato la sua battaglia fino all’ultimo giorno, con la stessa determinazione e lo stesso coraggio che hanno caratterizzato tutta la sua vita.
Abbiamo scelto di proiettare Eyes wide open il 1° dicembre: Giornata Mondiale per la lotta all'AIDS.
Dopo la proiezione Elisa Mereghetti guiderà un incontro con 
Antonella Sinopoli giornalista, direttore di "Voci Globali"
Roberta Pellizzoli,  ricercatrice indipendente esperta di cooperazione e sviluppo

"IN TEL FADE" ETHNOS FILM

Giovedì 24 novembre ore 21 IN EPS FACTORY Ethos Film presenta: "In tel fade". Un viaggio nell'Appennino Reggiano, un percorso accompagnato da voci diverse, perché mille sono le interpretazioni e i punti di vista su un territorio.
“In tel fade” è un percorso, tra i luoghi della memoria e nella memoria dei luoghi e ognuno di noi vede il paesaggio che ci circonda con colori e sfumature differenti. Uno dei punti di vista è quello del fotografo-orologiaio Amanzio Fiorini, nato a Nismozza nel 1884, costretto poi ad emigrare negli Stati Uniti, dove iniziò a fotografare con una modesta Kodak. Tornato nelle sue montagne, aprì un atelier e divenne il fotografo dell’intera valle, immortalando in cinquanta anni di lavoro migliaia di visi di montanari, oltre a paesaggi, cerimonie e feste popolari dell’Appennino Reggiano.
Presentazione a cura di Elisa Mereghetti e Marco Mensa
Ospiti: Enza Negroni, Rosi Manari, Maia Borelli.

 

 

Antichi viaggi nell'Aldilà e l'NDE: "Le visioni di Tondal"

"Le visioni di Tondal", conferenza del Dottor Bruno Severi, presidente del Centro Studi Parapsicologici di Bologna in EPS Factory: 18 novembre ore 18.

La storia del cavaliere Tondal (Tnugdali) il quale, dopo un apparente decesso, si ritrova nell’Aldilà e, guidato da un angelo, visita l’Inferno, il Purgatorio ed il Paradiso. Alla fine rientra nel suo corpo che riprende vita. 
Questa storia è stata trascritta nel 1149 (ben prima di Dante Alighieri) in un libro in latino dal monaco Marco ed ebbe un enorme successo in tutta Europa. Ci sono state diverse edizioni in varie lingue la più importante di tutte è quella francese del 1475 in quanto corredata da 20 magnifiche miniature del famoso pittore Simon Marmion, che saranno mostrate nella conferenza, le quali ritraggono le vicende più significative di questo viaggio. Durante la conferenza verrano riportate le numerose analogie che questo straordinario viaggio condivide con le esperienze di premorte (NDE), che sono ora studiate anche in ambito scientifico e parapsicologico.
Entrata gratuita: sarete tutti ospiti del Centro Studi Parapsicologi.

LE MADRI COSTITUENTI

SABATO 12 ALLE ORE 21 presso la nostra sede operativa EPS FACTORY via Castiglione 26

Il 25 giugno 1946 si aprivano i lavori dell'Assemblea Costituente per la quale furono eletti 556 Padri Costituenti.
Peccato, però, che raramente venga ricordato che 21 elette erano, in realtà, Madri Costituenti.

Ne parleranno 
RosaMaria Amorevole, Presidente del Quartiere Santo Stefano e Consigliera di Parità Regione Emilia-Romagna
Anna Salfi, Presidente della Fondazione Argentina Altobelli
Francesca Brunetti, Responsabile nazionale AICS per le Pari Opportunità

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e la qualità dei servizi. Continuando la navigazione autorizzi le nostre modalità d'uso dei cookie.