002sedieweb.jpg

la_comunicazione_diffusa_titolo 

FacebookPinterestYouTube

Corsi, laboratori e workshop

 


 

STRANGE spettacolo performante

Strange - spettacolo performante multilingue creato con gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna

STRANGE nasce da un'esigenza fortemente sentita, che si è concretizzata grazie ad un'occasione rara.
Da un lato noi - incalliti anche se desueti sperimentatori - e dall'altro un gruppo di giovani (stranieri al 99%) creativi, propositivi, desiderosi di confrontarsi con tutto e con tutti.
Come resistere?
Così è nato STRANGE: una ricerca pluridimensionale sul linguaggio, sull'impatto della comunicazione virtuale, sulle problematiche legate all'essere stato, al vivere e al divenire, per rispondere a quelle tre domande basilari: da dove veniamo?, chi siamo?, dove andiamo? che gli uomini si pongono da sempre.
Interrogativi che accomunano tutte le culture.
Ansia di essere e di esprimersi che non conosce il limite della lingua e che trova sempre il modo di comunicare "oltre".

LOCANDINA: gli attori, in ordine alfabetico
Alexa Ceravolo
Chang Yizhou
David Hanssen Diaz
Hong Lingling
Tatiana Sanchez
Song Haoyu
Zhou Yanxi
-----

Interfaccia e video Chang Yizhou
Grafica Zhou YanXi - Song Haoyu
Suoni David Hanssen Diaz
Studio costumi Tatiana Sanchez
Trucco di scena Alexa Ceravolo
Riprese video prove Cheng Han
Riprese video spettacolo  Cecilia Brugnoli
Montaggio video Hong Lingling - David Hanssen Diaz

 

 

 

 

 

 

 

Studio luci e tecnica:  Enrico Bandiera
Assistente 
alla regia: Bae Yeonim,
Drammaturgia - Barbara Dondi 
Regia di Michele Orsi Bandini


 

Le soluzioni del problema

Comunicare può essere un problema: cerchiamo insieme le soluzioni.Vivere assieme per ore e giorni può essere possibile e anche gratificante solo se siamo parte di un contesto positivo.

La positività, però, non è una costante, ma un elemento di equilibrio instabile formato da fiducia, disponibilità, critica, obiettività, autorevolezza.
Per esprimere ognuno di questi stati - e per saperlo trasmettere - occorrono strumenti: comprensione, duttilità, disponibilità e autodisciplina, legati alle tecniche, ovvero all’uso del linguaggio, della mimica, per una positiva autorappresentazione. Si può imparare ad affinare l'uso di questi strumenti, che ci permettono di creare  movimenti armoniosi, personali e di gruppo.Il risultato è la percezione di un'affidabilità reciproca.

Nei nostri laboratori noi facciamo questo.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e la qualità dei servizi. Continuando la navigazione autorizzi le nostre modalità d'uso dei cookie.